MOSTRA DEI VINCITORI E FINALISTI

 1° Edizione - Anno 2019

DAal 5 al 19 Giugno 2019 - MUSEO DELLA MARINERIA, Viareggio

Evento patrocinato da:
Provincia di Lucca, Comune di Lucca, Comune di Viareggio.

In collaborazione con:
Fondazione Banca del Monte di Lucca, Palazzo delle Esposizioni Lucca, Cromology Italia, Cittadella della Pesca OP, Associazione Medaglie d'Oro di Lunga Navigazione, Factory291, Associazione Ville Borbone e dimore storiche della Versilia.

Un ringraziamento speciale alla Capitaneria di Porto, in particolare al Capitano G. Calvelli, per aver reso possibile la realizzazione di questo progetto.

LA PREMIAZIONE

><
1/2
IL MUSEO DELLA MARINERIA

Le Medaglie d'Oro di Lunga Navigazione

Le Medaglie d’Oro di Lunga Navigazione di Viareggio, come comunemente e affettuosamente chiamate dai Viareggini ricostituite ufficialmente e formalmente nel gennaio 1997, figurano da anni fra le Associani iscritte nell’Albo del Comune di Viareggio. Fin dall’inizio le Medaglie d’Oro hanno svolto le loro opera di volontariato non solo per la valorizzazione della tradizione marinara di Viareggio, ma si sono impegnate per affrontare i temi e le nuove problematiche inerenti al complesso Mondo del Mare (per gli inizi ricordiamo la Mostra Fotografica “Gente di Mare” accompagnata dalla pubblicazione dell’omonimo Catalogo nel 1998. Sono state spesso proprio loro a promuovere incontri, dibattiti, manifestazioni sul Mare e la Marineria, non solo con uno sguardo rivolto al passato, ma anche un’attenzione tutta nuova nei confronti del mondo giovanile e della scuola, collaborando con molte associazioni. Ricordiamo la costituzione del Premio Gente di Mare, fortemente voluta dal Segretario Zeffiro Rossi, instancabile ideatore di tante iniziative, come il restauro della lapide nel Cimitero Comunale, che ricorda i Marinai Viareggini morti a Golfo Aranci nel 1896, nonchè il reimpianto del “Mirto del Marinaio” in Piazza Manzoni che, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, ha rinnovato e rinverdito una delle più belle e delicate tradizioni della Marineria Velica Viareggina. La pubblicazione del Libro delle dediche, edita in collaborazione con l’Amministrazione Comunale in occasione del X anniversario dell’apertura del Museo. Solamente dal 2016 ad oggi sono stati effettuati più di novanta eventi, di diversa valenza e spessore, caratterizzati da una generosa assistenza da parte dei volontari delle Medaglie d’Oro.

Un capitolo a parte riveste il rapporto privilegato e elettivo con la locale Guardia Costiera, che ha affidato alla custodia delle Medaglie d’Oro più di duemila libretti di navigazione del Compartimento Marittimo di Viareggio, nonchè il Registro Ufficiale degli Imbarchi e degli Sbarchi del Porto di Viareggio. A seguito della scomparsa, avvenuta nel febbraio 2017, del Segretario Zeffiro Rossi, le Medaglie d’Oro, sotto la guida del nuovo Segretario Sirio Orselli hanno: aggiornato l’inventario dei reperti, proseguendo il lavoro iniziato dallo scomparso Zeffiro Rossi; messo in ordine tutta la documentazione cartacea della nascita del Museo della Marineria; ripristinato la piena fruibilità dei locali piano terra e del piano superiore del museo della marineria con l’aiuto economico della Fondazione Artiglio e delle stesse Medaglie d’oro. Infine le Medaglie d’Oro sono state, orgogliosamente, il fattivo tramite tra l’Amministrazione Comunale e la Famiglia Tayar per il compiuto restauro, ad opera dei Cantieri Del Carlo, del gozzo appartenuto al nostro Mario Tobino. A seguito della partecipazione a un bando di gara indetto dal Comune di Viareggio le Medaglie d’Oro hanno ottenuto la gestione ufficiale del Museo della Marineria fino al gennaio del 2020.

Il vecchio mercato ittico

Già nel 1908 si era manifestata l’esigenza della creazione di un mercato ittico in funzione della creazione del Compartimento Marittimo di Viareggio, decretata in quell’anno e divenuta operativa il 1° gennaio 1909. A tale scopo il Comune acquisì da privati un Magazzino, lungo il Canale Est. Tuttavia solo nel 1933 tale struttura fu oggetto di un completo e organico progetto di adeguamento e ristrutturazione, ad opera dell’Ing. Carlo Riccomini. Solo nel 1935 il progetto fu approvato in via definitiva. I lavori furono ufficialmente terminati il 28 agosto del 1938 e il 13 aprile del ’39 fu effettuato il necessario collaudo da parte dell’arch. Fantini. Dopo la guerra nel 1950 furono di nuovo ristrutturati e in parte ricostruiti i locali del Mercato con l’aggiunta delle stanze riservate al custode della struttura.

Dopo un’intensa attività alla metà degli anni ’80 il Mercato fu abbandonato per il nuovo Mercato Ittico e la vecchia struttura fu adibita a deposito degli oggetti smarriti. Nel 1998 l’Associazione Pro Museo della Marineria Toscana, costituitasi su iniziativa del Comandante Francesco Sargentini, riprese l’antico progetto della costituzione del Museo della Marineria, già avanzata dal 1920 in

occasione dei festeggiamenti del primo centenario dell’elevazione di Viareggio a Città. Il Comune di Viareggio accolse finalmente tale progetto e la struttura fu nuovamente ristrutturata a fini museali con lavori ultimati nel 2003. Si è dunque proceduto all’allestimento del Museo con reperti della marineria viareggina sotto la direzione del Comandante Flavio Serafini, alla quale hanno partecipato tutti i Viareggini. Finalmente il Museo della Marineria “Alberto Gianni” in memoria del Capo palombaro dell’Artiglio è stato inaugurato il 7 dicembre del 2006.