PESCATORI DI PORTE 

 1° EDITION 

THE RESULTS

 PESCATORI DI PORTE 

L’Associazione Culturale TAMBÚCA propone il progetto triennale “Pescatori di porte” , un concorso di pittura atto alla decorazione dei Portoni dei Pescatori dietro al nuovo mercato Ittico di Viareggio.

 

Un’esposizione permanente a cielo aperto, un dono al Mare e ai suoi custodi.

Per l’anno 2019 sono stati decorati 7 portoni e scelti 20 finalisti, che hanno partecipato alla mostra collettiva al Museo della Marineria di Viareggio, aperta dal 5 al 19 Giugno 2019. La mostra ha visto grande affluenza di visitatori, soprattutto durante l’inaugurazione, a cui erano presenti gli artisti vincitori e personaggi noti del panorama locale. Il progetto ha avuto un grande successo nella sua prima edizione, viste le numerose candidature ricevute, anche di carattere internazionale. Particolare attenzione è stata ricevuta dalla tv, in particolare da 50Canale, che ci ha dedicato un’intervista per 50news Versilia nei tg della sera. La stampa ha invece dedicato al progetto due articoli, uno su La Nazione e uno su Il Tirreno; è stato redatto anche un trafiletto su due edizioni del periodico Paspartu, e diversi articoli online pubblicati da blogger del posto e fotografi. Molti visitatori sono accorsi a visionare le opere; il progetto ha infatti avuto grande risonanza in tutto il Comune e nella Provincia.

>> Leggi l'articolo dedicato da PASPARTU 

PUNTI DI FORZA DEL PROGETTO

STRATEGIA DI VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL TERRITORIO, del patrimonio culturale e del Cittadino, che deve assumere un ruolo centrale nell’azione.

Come ci suggerisce il MIBACT:

“Le identità culturali hanno assunto nuovi valori e specificità anche grazie alle implicazioni di natura immateriale, come quelle legate alle tradizioni, ai saperi e alle creatività, che hanno arricchito la nozione di patrimonio.”

In sostanza, concludono che se il processo di “conservazione” e valorizzazione del territorio è sostenuto da strategie di sistema e quindi rivolte ad altre risorse che caratterizzano e rappresentano i segni distintivi che la storia ha sedimentato in un territorio, e non solo ai beni culturali, può svolgere un importante funzione di preservazione, promozione e sostegno nello sviluppo economico e della comunità locale.

Il coinvolgimento della Comunità innalza infatti la sensibilizzazione verso il patrimonio culturale, intesa come la capacità di riconoscersi nell’identità di quel patrimonio, di riconoscerlo come proprio e quindi di collaborare e cooperare per la sua conservazione, e sviluppare così il senso di RISPETTO verso quel luogo.

 

RIQUALIFICAZIONE URBANA di un’area di incontro.

Un tipo di rivalutazione che punta al recupero minuzioso e creativo dei portoni dei chioschi dei pescatori, attualmente in stato di degrado. Questo è un luogo, per quanto marginale alle attività viareggine, ma non a quelle portuali, che ha comunque un potenziale visivo da non sottovalutare.

Riqualificare un’area, o rigenerarla non è solo un modo per rimettere in moto le energie di un luogo che conserva potenzialità e vitalità, ma è un approccio nuovo ed onnicomprensivo che mira a migliorare la qualità dell’esistenza dei cittadini, partendo da ciò che occupa il suolo e può rianimarlo ed aumentarne il VALORE.

Il porto e il suo mercato sono il “portale” di entrata nella pancia di Viareggio, potrebbe essere il biglietto da visita per una nuova immagine.

 

VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO che è direttamente proporzionale alla promozione turistica. Promuovere l’identità territoriale attraverso modalità, azioni e soluzioni moderne e inconsuete è l’idea del progetto che si propone di ristabilire una pulizia e un’attenzione estetica del porto. La creazione di un tappeto pittorico verticale sui portoni è un immagine spendibile per la Città come CARTOLINA, e un nuovo ritratto per i turisti in visita e non.

A tutti gli effetti una promozione d’immagine NUOVA.